on LIVORNO

World of Dinosaurs

Grande successo di visitatori alla più spettacolare mostra di avventura, “World of Dinosaurs” presso il Parco di Villa Mimbelli a Livorno. Un’occasione perfetta per un’uscita in famiglia, un’idea di gita che unisce avventura, conoscenza, scoperta, attrazioni ed esperienza all’aria aperta. La mostra rimarrà aperta sabato e domenica dalle ore 10 fino alle ore 17.30; dal 29 marzo al 3 aprile, la mostra sarà aperta tutti i giorni. Apertura mattutina su prenotazione per gruppi e scolaresche, chiamando il numero 392-7697963 o 0586 1945242 oppure scrivendo all’indirizzo e-mail: info@prolocolivorno.it. Le ricostruzioni sono realizzate accuratamente, in base alle più recenti scoperte scientifiche, i visitatori possono così acquisire dettagliate conoscenze di questa specie! Inoltre per la prima volta all’aperto in Italia, alcuni dinosauri animati con la sofisticata tecnologia animatronica.


on PIETRASANTA

I grandi autori musicali

Un ciclo di appuntamenti per scoprire insieme gli autori classici, le loro opere e il contesto storico nel quale nascono e si sviluppano. Presso la Sala dell’Annunziata nel Chiostro di S. Agostino si parlerà di grandi autori, ma a parlare sarà soprattutto la musica. Con un taglio formativo, ma non accademico, il discorso si adatterà sia ai professionisti che agli appassionati con analisi profonde, ma fruibili da tutte le orecchie. Gli incontri saranno tutti condotti da Susanna Altemura con l’ausilio di Marilena Cheli Tomei, insegnante e appassionata di musica e di storia e Paolo Spadaccini, Presidente del Circolo Lirico di Torre del Lago “Enzo Lucci”. Domenica 8 Aprile (ore 17:30)Il Romanticismo e l’Ottocento. 
A Vienna un mondo musicale: 
gli Strauss e Schubert.


Biglietti 7€ per gli Under 25

La Giunta comunale ha deliberato l’introduzione di un nuovo biglietto di ingresso per il Teatro Petrarca, al costo di 7€, per il II, III e IV ordine di palchi, destinato ai giovani di età pari o inferiore ai 25 anni che vorranno assistere agli spettacoli, ancora mancanti, della Stagione Concertistica e del Festival Pianistico Città di Arezzo. Calendario aprile:

29 aprile (ore 18).
Čajkovskij, un’eredità in musica.


Otello

Una rilettura di Otello spogliata della ‘tradizione’

Dopo Sogno di una notte di mezza estate, Amleto e Il mercante di Venezia, Elio De Capitani continua il suo lavoro registico su Shakespeare, per questo spettacolo in particolare totalmente condiviso con Lisa Ferlazzo Natoli. Ciò che colpisce nella messinscena di Otello è un tono diffuso di tragica normalità, quella del protagonista, un generale disorientato che più che cadere nelle trappole di Jago, frana in se stesso nelle sue debolezze, nei dubbi che lo porteranno a vedere il marcio in un’essenza di purezza, quale prima considerava Desdemona. La normalità di Jago, manipolatore intelligente dai molti e ‘necessari’ assassinii, risiede nel fatto che egli è semplicemente il male, gratuito, fine a se stesso, che stupefà e spaventa perché può abitare in chiunque. E ogni mossa pesa sull’ordito fitto dei sentimenti fino a distruggerlo. Uno spettacolo perturbante come un racconto di suspense, che diventa “tragedia della gelosia e del sesso, dei rapporti interrazziali e culturali, del dubbio e della potenza manipolatoria delle parole.


on COPERTINA

È tempo di Open Week Per scoprire la Valdinievole

Giunta alla terza edizione, la Open Week 2018 accende di nuovo i riflettori su Montecatini Terme e la Valdinievole. Come di consueto nel weekend pasquale e nel weekend successivo centinaia di eventi diffusi su tutta la Valdinievole ed oltre racconteranno un territorio per molti versi ancora da conoscere pienamente nel suo valore culturale e turistico. I pilastri delle scorse edizioni sono state le escursioni in Barchino nel Padule di Fucecchio, così come le passeggiate dal Centro di Ricerca dello stesso Padule; le visite agli stabilimenti termali di Montecatini, il sistema di Collodi, con il parco, il Giardino e il Castello, e le peculiarità di ogni comune della Valdinievole. Quale è il tema principale di questa edizione? Vivere la natura, fare esperienza del territorio, vivere il viaggio come una esperienza di vita. Dalla riapertura della Grotta Maona, unica grotta in Italia con due pozzi di entrata/uscita, al trekking guidato nella vecchia Cava di pietra, alla ricerca di uccelli rari nei chiari del Padule, alle passeggiate a cavallo o alla vista incredibile della valle dal Parapendio, da Monsummano Alto. Il grande successo delle passate edizioni ha portato ad estendere le possibilità di visita, aggiungendo due perle preziose: la Rocca di Serravalle Pistoiese, in un percorso speciale attraverso il Medioevo toscano, e la magnifica Villa Medicea di Cerreto Guidi, patrimonio Unesco dal 2013.


La trottola e il robot

Al PALP Palazzo Pretorio di Pontedera è in corso la mostra La trottola e il robot. Tra Balla, Casorati e Capogrossi, che nasce intorno ad una prestigiosa collezione di giocattoli d’epoca di proprietà del Comune di Roma, presentando insieme agli antichi balocchi circa 110 opere di artisti italiani attivi tra il 1860 e il 1980.


on FIRENZE

Il Settecento. Una selezione alla Galleria degli Uffizi

Le collezioni settecentesche delle Gallerie degli Uffizi contano più di cinquecento dipinti, ma sono forse meno note al grande pubblico rispetto ai capolavori rinascimentali. In occasione del duecentocinquantesimo anniversario della morte di Canaletto il Museo ha voluto selezionare alcune opere tra le più significative e dare così un assaggio del respiro veramente europeo della raccolta. I dipinti scelti sono diciassette e a sottolineare l’illuministica, vocazionale laicità del secolo è stata consapevolmente evitata la presenza di opere di soggetto religioso che potranno essere argomento di una futura selezione. In questa occasione la sezione più ampia rende omaggio appunto a Canaletto: due sue vedute veneziane sono affiancate da scorci di Firenze, Roma e Napoli, e alimentano il mito inesauribile delle città predilette fin dai primi viaggiatori del Grand Tour in Italia.


on SIENA

Ambrogio Lorenzetti

La mostra Ambrogio Lorenzetti al Santa Maria della Scala viene prorogata, a grande richiesta, fino all’8 aprile 2018. L’esposizione rappresenta in realtà il culmine di un progetto scandito “in più tappe”, avviato nel 2015 con l’iniziativa Dentro il restauro e mirato ad una profonda conoscenza dell’attività dell’artista, ad una migliore conservazione delle sue opere e a favorirne l’avvicinamento da parte del pubblico. La mostra, preceduta da un’intensa attività di ricerca e dalle importanti campagne di restauro, rappresenta dunque l’occasione per provare a ricostruire la sua straordinaria attività.


on FIRENZE

Gelato Festival 2018

Il Gelato Festival si prepara per la tappa inaugurale della kermesse. Come da tradizione l’appuntamento – che vedrà la presenza di 16 tra i migliori gelatieri artigianali della Penisola, ognuno dei quali porterà in assaggio le proprie specialità per la gioia di grandi e piccini – è al piazzale Michelangelo (Fi), dove per tre giorni la città del David diventerà la capitale del gelato di qualità, declinato in tutte le sue forme. Un’occasione unica per scoprire i segreti del mondo del gelato fra assaggi, iniziative a tema e laboratori didattici allestiti nei tre grandi food truck in uno dei luoghi più suggestivi e fotografati al mondo, con vista mozzafiato sulla città. Un biglietto da 10 euro (ridotto per i bimbi sotto il metro) darà diritto all’assaggio di tutti i gelati in degustazione. La tappa d’esordio del Gelato Festival 2018 segna anche il primo appuntamento pubblico dei Gelato Festival World Masters 2021, la sfida per i migliori gelatieri artigianali del pianeta, un percorso con centinaia di prove in quattro anni su cinque continenti, con giurie tecniche e popolari per aggiudicarsi il titolo di campione mondiale.


Giottolandia

Una singolare mostra ospita parte della collezione di Roberto Mari: i ciottoli esposti, fatti di povero calcare, provengono da alcune spiagge e greti di torrenti della Maremma toscana e laziale, ma sfoggiano colori ricchissimi e disegni multiformi, tali da far meritare loro il nome di “giottoli” in onore dal grande pittore medievale toscano. Per il loro splendore rivaleggiano così con la pietra paesina, il più celebre esempio di pietra che sembra dipinta. Orario di apertura: da martedì a domenica ore 9.30-16.30; chiuso il lunedì. L’ingresso alla mostra include anche la visita alla collezione zoologica. In occasione dell’esposizione saranno organizzate visite guidate e attività collaterali.


on FIRENZE

Alpestock

Siamo nel Kyrolo, regione di un paese immaginario circondato da alte e nevose montagne dove abitano, in una linda casetta, Fritz e Greta. Mentre Fritz è in ufficio alle prese con pile di scartoffie, la dolce Greta passa tutto il giorno a fare pulizie. E quando ha finito ricomincia, perché ai suoi occhi la casa non è mai abbastanza pulita. Il ménage super convenzionale della coppia viene scombussolato dall’arrivo di Yosip Karageorgevitch Assanachu, di nazionalità balcano-carpato-transilvana. Paese praticamente introvabile sulla carta. E fa esplodere la bella armonia apparente. Una coppia ridicola che ci dà brividi d’orrore tanto è politicamente scorretta. Lui al limite del fascismo, lei completamente soggiogata. Yosip lo straniero non è da meno: un pedante zoticone che ci vuol far credere che al suo Paese tutti gli uomini di una stessa famiglia si somigliano come cloni e portano lo stesso nome.


on AREZZO

Una Pieve preziosa

è stata presso la Casa Museo Ivan Bruschi la mostra Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello, a cura del Prof. Paolo Torriti. La mostra presenta al pubblico le creazioni degli allievi del Master in Storia e Design del Gioiello dell’Università di Siena, Dipartimento di Arezzo. Visitabile fino ad aprile, la mostra è compresa nel biglietto di ingresso al Museo Bruschi (oppure al costo di 3€ per la visita esclusivamente della mostra).


on TEATRO

Il calendario eventi al Guglielmi al Tenda

Al via il nuovo calendario del Guglielmi al Tenda per gli eventi organizzati e promossi in collaborazione con le compagnie locali. Inoltre, accanto alla stagione di prosa e alla danza viene riproposta la Rassegna di Teatro Dialettale che si chiuderà con Piume de pitto (20-22 Aprile). Torna anche l’appuntamento con il Teatro Ragazzi volto a promuovere l’attività teatrale nelle scuole cittadine. Leggere e interpretare le sceneggiature, recitare, creare scenografie o lavorare agli allestimenti, confrontarsi con i grandi testi classici per rileggerli e metterli in scena è infatti uno stimolo allo sviluppo e all’apprendimento dei ragazzi ed oltre a motivarli nello studio li rende protagonisti e liberi di esprimersi. Ad aprile (venerdì 6) in scena Tu me fait tourner la tète (età consigliata: dai 4 anni) e Robin Hood -The Musical (giovedì 26), in lingua inglese per la scuola media inferiore. Infine, due serate per valorizzare talenti del territorio che operano in campo teatrale – musicale ed uscire allo scoperto misurandosi con il pubblico: 15 aprile – Passaggi teatrali, maratona teatrale e 27 aprile La città che danza.


on EVENTO

Tra il grano e il cielo

Arriva al cinema il film evento che offre un nuovo sguardo su Van Gogh, attraverso il lascito della più grande collezionista privata di opere del pittore olandese: Helene Kröller-Müller (1869-1939), la donna che ai primi del Novecento, ammaliata da un viaggio tra Milano, Roma e Firenze, e sull’esempio del mecenatismo dei Medici, giunse ad acquistare quasi 300 suoi lavori, tra dipinti e disegni. Così nasce Van Gogh. Tra il grano e il cielo. Il film evento, diretto da Giovanni Piscaglia e scritto da Matteo Moneta con la consulenza scientifica e la partecipazione di Marco Goldin, racconta l’unione spirituale di due persone che non si incontrarono mai durante la loro vita (Helene Kröller-Müller aveva 11 anni quando Van Gogh morì nel 1890), ma che condivisero la stessa tensione verso l’assoluto, la stessa ricerca di una dimensione religiosa e artistica pura, senza compromessi. Due universi interiori dominati dall’inquietudine e dal tormento, che entrambi hanno espresso attraverso una vera e propria mole di lettere: fonti storiche insostituibili ed elemento suggestivo che punteggia la narrazione del documentario. La colonna sonora originale del film è firmata dal compositore e pianista Remo Anzovino.


on CINEMA

Pasqua…a tutta cultura!

Perché non approfittare della domenica di Pasqua per andare alla scoperta dei luoghi Aperti per voi, ovvero quei monumenti e istituzioni che il Touring Club Italiano contribuisce a rendere accessibili grazie all’opera dei suoi Volontari per il patrimonio culturale. Molti sono anche a ingresso gratuito.


on MOSTRA

Like marble-like

Il CAP Centro Arti Plastiche di Carrara ospita la mostra personale del collettivo Parasite 2.0 invitato da Arteco (Beatrice Zanelli) in una residenza d’artista, nell’ambito di un bando indetto dal Comune di Carrara. Per realizzare questa mostra è stato chiesto agli artisti di condurre una riflessione sui laboratori quali luoghi atti ai processi di condivisione della conoscenza partendo dalla rilettura della memoria storica conservata negli archivi locali. In particolare hanno avuto modo di confrontarsi con l’archivio privato Lazzerini, una grande famiglia di scultori carraresi attivi in città dalla fine del XVII secolo al 1942.


on INIZIATIVA

Musei gratuiti

Con l’iniziativa nazionale #DomenichealMuseo, promossa dal Ministero dei Beni e Attività Culturali e del Turismo, i musei e le aree archeologiche statali sono gratuiti la prima domenica di ogni mese. Ampio il pubblico che si riversa agli ingressi dei siti per poter usufruire del biglietto gratuito.


on TEATRO

Alessandro Bergonzoni

Ha riscosso un buon successo di pubblico la stagione teatrale a Carrara, presso la Sala Garibaldi, il luogo dove il Comune ha deciso di ospitare gli spettacoli in attesa di avere nuovamente a disposizione il Teatro degli Animosi. La conclusione della stagione è affidata ad Alessandro Bergonzoni che torna con il suo nuovo spettacolo dal titolo Sii. L’artista bolognese continua il suo originale percorso nell’elaborazione e sviluppo di un proprio personalissimo codice espressivo, con un lavoro tutto da scoprire, come sempre da non perdere.