Un’esperienza stimolante: In acqua o in giardino… divertimento assicurato

Con Cogis presso la piscina di Montale

Divertirsi, praticare nuo­to e attività in acqua, condividere momenti di gioco e impegnarsi in laboratori creativi: tutto questo sarà possibile ai bambini tra i 4 e i 13 anni che parteciperanno al centro estivo Cogis, aperto dall’ll giugno al 14 settembre presso la piscina di Montale. A seguirli e ad organizzare le loro giornate (dal lunedi al venerdi, dalle 7,30 alle 18) ci saranno gli istruttori federali della piscina ed educatotri qualificati. Le at­tività di laboratorio e di gioco si svolgeranno tra l’aula polivalente interna e il giardino di 2000 metri quadri che, anche grazie alle sue aree all’ombra, sara lo scenario perfetto per giochi e iniziative a tema. La giornata completa, dalle 7 alle 18, non è Tunica opzione disponibile. È’ possibile sceglie­re altri due tipi di fasce orarie: dalle 7.30 alle 13, facendo uscire i bambini prima del pranzo, oppure fino alle 14, immediatamente dopo lo stesso, con la possibilità di stabilire di settimana in settimana la soluzione più adatta ai propri impegni e alle proprie esigenze.


LA SCELTA GIUSTA

Per rendere prezioso il tempo dei piccoli

Con la fine della scuola, si apre per i bambini e ragazzi un periodo speciale da dedicare soprattutto al divertimento e al gioco. Ai genitori spetta il compito di scegliere in che modo valorizzare l’abbondante tempo libero dei propri figli. Molte le proposte di centri estivi che rappresentano una straordinaria opportunità per i bambini di socializzare, giocare, esprimersi attraverso laboratori creativi, sperimentare nuove attività all’aperto e acquisire autonomia in ambienti protetti e seguiti da uno staff competente.

Che si tratti di centri diurni, solitamente organizzati settimanalmente, oppure di campi estivi che prevedono una vera e propria trasferta con soggiorno e pernottamento presso una struttura, è importante che la scelta tenga conto di alcuni importanti fattori. La prima cosa da chiedersi e cosa piace al nostra bimbo. Il secondo passo è informarsi adeguatamente attraverso vari canali: internet, riviste, scambio di pareri con altri genitori.


OPZIONI

Natura, sport, musica o lingue straniere

I campi estivi possono essere di vario tipo, basta scegliere quello più vicino alle inclinazioni del vostro bimbo. Se pratica e gli piace lo sport, i centri dedicati principalmente all’attività fisica prevedono calcio, tennis, nuoto, arti marziali, trekking o un mix di questi. Molto interessanti anche i campi incentrati sul contatto con la natura e gli animali (fattorie, equitazione, agriturismi). Per i più “spericolati” ci sono i campi avventura, con escursioni, tuffi nei fiumi e percorsi fra gli alberi. Infine, ci sono centri che propongono lo studio della lingua inglese (spesso nella forma di divertenti laboratori e abbinato ad attività di gioco).