La Kermesse

Digital Paper: Biofestival

Nessun banner da visualizzare

Due giorni col biologico
nel cuore della Val di Vara

Prima edizione del Festival al Borgo Rotondo

– VARESE LIGURE –

SARÀ un’altra grande festa dedicata all’agricoltura biologica quella che è stata promossa e organizzata per sabato 2 e domenica 3 giugno a Varese Ligure, in quella che è considerata anche storicamente la capitale del bio ligure: Varese Ligure. Centro di gravità della festa sarà naturalmente il Borgo Rotondo di Varese, considerato il cuore pulsante dell’Alta Val di Vara. La festa era stata presentata nella Sala della Trasparenza della Regione Liguria a Genova con il nome che si è voluto dare a questa manifestazione, cioè “Valle Bio-Festival”, un nome cioè che abbia la potenza di riassumere il significato più autentico di questo appuntamento di questo fine settimana di inizio giugno sull’Alta Valle. Organizzato dal Biodistretto Val di Vara- Valle del Biologico e Comune di Varese Ligure, con il patrocinio della Regione Liguria, il Festival si svilupperà in un programma intenso con laboratori, tavole rotonde, seminari, il tutto ovviamente attorno al mercato bio con le aziende agricole locali, mostre di bestiame, street food e menu tutti a base di prodotti bio nei bar e ristornati del borgo. L’invito è aperto ovviamente a tutti e in particolare a quanti vorranno vivere due giornate all’insegna appunto del biologico che più biologico non c’è. Perché è proprio qui che cominciò la storia del bio, con il sindaco Maurizio Caranza, una storia antesignana che rese Varese Ligure e la Valle del Vara celebre in Italia e in Europa.

Sarà un ricco calendario di eventi che animerà il castello e le vie del borgo.
Sono molto soddisfatto che gli organizzatori abbiano pensato anche al
grande pubblico prevedendo seminari e laboratori

«SÌ, sarà Un ricco calendario di eventi – ha spiegato l’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai – che animerà il castello e le vie di uno dei borghi più belli della Liguria, appunto Varese Ligure. Sono molto soddisfatto che gli organizzatori, oltre a prevedere occasioni di approfondimento su temi specifici come il Gal e la buona nutrizione degli animali, abbiano inserito eventi rivolti al grande pubblico e ai bambini. È importante che manifestazioni come questa servano a divulgare la cultura del buon cibo, la valorizzazione delle produzioni locali e della tradizione contadina. Sul fronte del biologico, come assessorato regionale, siamo ben consapevoli delle grandi potenzialità che rappresenta per i nostri produttori: le nuove linee guida sulle produzioni biologiche, di recente varate, hanno come obiettivo, attraverso i biodistretti, la promozione e la valorizzazione di quelle produzioni di qualità certificate, caratterizzate da un forte legame con il territorio, un elevato contenuto di tipicità e di cultura locale, puntando soprattutto sullo sviluppo delle filiere”. Questo il biglietto da visita preparato dalla Regione Liguria per la due giorni di inizio giugno nell’Alta Valle dove sono attesi migliaia di visitatori tra sabato e domenica. Ma sarà l’occasione anche di un confronto sullo stato e sul progresso del biodistretto Val di Vara che – lo ricordiamo – è l’unico distretto del biologico presente in Liguria e comprende il Comune di Varese Ligure e l’Alta Val di Vara, dove insiste la maggiore presenza di produttori a livello regionale: che sono il 31% del totale della Liguria.

 

Nessun banner da visualizzare

2018-06-01T10:51:30+00:00Argomento: FOOD&BEVERAGE|Speciale |