Addobbi e tradizioni nel mondo con qualche spunto da fare proprio

Dalle incredibili luminarie statunitensi alle lanterne filippine

È arrivato il momento di rispolverare l’abete e di addobbarlo con luci, festoni scintillanti, palline colorate o qualsiasi altra cosa vogliate per comunicare al mondo che le feste stanno finalmente per iniziare. Ma da dove deriva la tradizione di riunirsi e scambiarsi doni proprio attorno a un abete addobbato? L’albero di Natale ha antiche origini pagane e per molto tempo questa tradizione e rimasta diffusa soprattutto nei paesi di religione protestante a nord del Reno. Soltanto dopo 1’800 quest’usanza ha cominciato a diffondersi anche nei paesi cattolici per poi espandersi in tutta Europa e un secolo dopo in Nord America. Oggi l’albero di Natale e uno dei simboli piu rappresentativi delle feste na­talizie, ma anche se viene riconosciuto come tale in quasi tutto il mondo, ogni nazione conserva tradizioni diverse. In Africa le famiglie cristiane addobbano l’albero, anche se non si tratta dell’abete ma piuttosto del mango, con fiori coloratissimi usati per ornare anche le chiese. II pranzo di Natale e spesso cumulativo, raccoglie cioe diverse fami­glie insieme e viene offerto da mangiare anche ai meno fortunati. In Sudafrica poi il Natale cade durante le vacanze estive, cosi il 25 dicembre diventa un’ottima occasione per fare una gita fuoriporta o per passare una giornata al mare. Negli Stati Uniti le case sono un trionfo di addobbi: alberi, vischio, agrifoglio e le immancabili luci esterne. Interi quartieri sono illuminati a giorno a causa delle lumina­rie e addirittura in molte citta statunitensi vengono organizzate competizioni proprio relative alle decorazioni luminose. L’usanza e tanto nota da essere divenuta un’attrazione, molto spesso i turisti decidono di gironzolare per i quartie­ri addobbati proprio per avere modo di godere di questa meraviglia.

Nei paesi del Sud America e invece piu diffuso il presepe. In Bolivia durante la notte del 24 molte strade vengono cosparse di zucchero, in Co­lombia vengono invece accese decine di candele colorate, in Brasile invece Babbo Natale arriva al Maracana di Rio de Ja­neiro a bordo di un elicottero. Le Filippine sono il paese piu cristiano di tutto il continente asiatico, in ogni casa si trovano le lanterne di Natale, lampade colorate e decorate.


Qualche stranezza folkloristica
in vista del 25 dicembre

In alcuni paesi soprawivono usanze natalizie che a noi possono sembrare strane o addirittura incredibili. In Galles, durante il periodo natalizio, Mari Lwyd, la “giumenta grigia” del folklore gallese, viene portata in giro per i villaggi come segno di buon auspicio. Questo personaggio e fatto di un teschio di cavallo decorato con dei nastrini e fissato a un palo. In Russia poi la nascita di Cristo si festeggia il 7 gennaio, questa differenza e dovuta al calendario: la chiesa ortodossa adotta infatti ancora il calendario Giuliano, di 13 giorni indietro rispetto a quello Gregoriano. Migliaia di australiani scelgono Bondi Beach, una delle piu famose spiagge di Sydney, per festeggiare il Natale. Babbo Natale indossa quindi il costume da bagno, mentre i bagnini il 25 dicembre sono occupati a soccorrere centinaia di bagnanti ubriachi.