Nutrizione funzionale: la dieta antinfiammatoria

Seguire per qualche settimana un regime alimentare che aiuti a depurare l’organismo non significa mangiar poco, bensi scegliere con cura gli alimenti e distribuire correttamente i pasti nell’arco della giornata. Per prima cosa, infatti, sarà bene ripartire proprio dalle buone regole che sono alia base di una alimentazione equilibrata. Potremo cosi sfruttare questo periodo di maggiore attenzione per riallineare sia la nostra mente che il nostro organismo alle abitudini più corrette. Nessun folle sacrificio privo di evidenza scientifica dunque, ma buone e sane abitudini quotidiane.

Una dieta antinfiammatoria deve soprattutto favorire i naturali processi di detossificazione dell’organismo. Saltare i pasti, non fare colazione o addirittura evitare il pranzo non è affatto utile; significa solo arrivare affamati al pasto succes­sive e sottoporre l’organismo a uno stress dannoso. Infatti, concentrando l’apporto nutrizionale quotidiano in un solo pasto troppo abbondante mettiamo a dura prova i nostri organi digerenti e costringiamo, soprattutto reni e fegato, ad un superlavoro che finisce col rallentare l’attivita metabolica dell’intero organismo. I pasti devono essere ben distribuiti: una buona colazione, pranzo, cena e due spuntini, con una tisana e un frutto, uno a meta mattina e uno a meta pomeriggio.

Gli alimenti da evitare : in ge­nerate, nelle tre o quattro settimane che decidiamo di dedicare ad una “dieta depurativa”, si dovranno ridurre i grassi di origine animale, le carni, so­prattutto le carni grasse, i salumi e gli insaccati. Da escludere, naturalmente, anche i cibi affumicati, fritti, abbrustoliti o eccessivamente salati, i cibi conservati e in scatola, nonche il cioccolato e i dolciumi. Sono, invece, assolutamente da privilegiare, abbondanti porzioni di frutta e verdura. Qualche settimana con una netta prevalenza di questi alimenti ci aiutera a eliminare le tossine accumulate e recuperare il benessere psicofisico. Bene anche i cereali:riso, farro,orzo,miglio e nelle giuste quantita. Come i legumi e le verdure, anche i cereali, fra le tante altre virtu, sono ricchi di fibra e questa stimola la funzionalita intestinale. I condimenti devono essere usati con cautela e moderazione.

Bere è importante : Per depurare e rigenerare l’organismo, l’acqua e fondamentale. Due litri di acqua al giorno, assunti attraverso le bevande, ma an­che i cibi, favoriscono l’attività renale e consentono di elimi­ nare le tossine accumulate… ma ricordiamoci anche che una dieta ricca di proteine e comunque sbilanciata su cibi troppo acidi ..può portare ad un eccesso di scorie acide che se non adeguatamente tamponate si ripercuotono a vari livelli del
nostro organismo causando infiammazione cronica.. Il nostro organismo può risultare anche “intossicato” da alcuni cibi ,ai quali possiamo sviluppare intolleranze….anche a causa di scorie che ristagnano nell’intestino e di disbiosi intestinale: tutto cio crea una stato infiammatorio cronico con sintomatologia subdola come cefalea,sbalzi di umore.problemi ciclo sonno-veglia, stanchezza cro­nica ,problemi dermatologi­es prurito,orticaria,psoriasi),problemi intestinali (stitichezza,diarrea,spasmi all’ addome),alitosi,meteorismo,rit enzione di liquidi e problemi di sovrappeso.

Un intestino sano e la condizione basilare e indispensabile per garantire un organismo sano, ed anche una pelle in buona salute e ritrovare il peso ideale!. Disintossicare l’intestino dalle scorie adese e stratificate alle pareti intestinali si puo fare attraverso il lavaggio dolce e completo indotto dall’idrocolonterapia per poi procedere ad una ricolonizzazione di batteri sani (la disbiosi puo essere valutata tramite delle specifiche analisi delle urine e delle feci). Disintossicare l’organismo, ripristinare il corretto microbiota e mantenerlo attivo con una corretta alimentazione ,evitando di introdurre per un certo periodo di tempo i cibi non tollerati dall’organismo e utile a chi   ha problematiche di peso o di salute ma anche a chi desidera mantenersi efficiente,rendere meglio nelle prestazioni sportive e ritardare gli effetti dell’invecchiamento!


INFORMAZIONI E APPUNTAMENTI

DOTT.SSA STEFANIA CAPECCHI BIOLOG0 NUTRIZIONISTA

3496943038

st.capecchi@alice.it

www.stefaniacapecchi.it

centro MEDCARE ITALIA via Boldini 15Pistoia

0573 403443