Bambini e animali

L’interesse dei bambi­ni verso gli animali e molto vivo: da un’indagine realizzata e risultato che il 79% dei bam­bini desidererebbe avere un animale domestico. E in una ricerca svolta in Inghilterra su bambini di 7-8 anni e emerso che essi hanno in genere un rapporto preferenziale con i loro animali domestici, in particolare con i cani e con i gatti. Ad esempio, dopo il miglior amico umano fl confidente preferito dei loro segreti e il cane, considerato piu importante in questo ruolo di genitori, parenti, insegnanti e compagni. Sono dati che impongono un’attenta riflessione su due versanti, quello del rap­porto del bambino con l’animale e quello del rapporto del bambino con l’adulto. Da vari anni la letteratura psicologica mette in evidenza l’importanza di un rap­porto positivo del bambino con ranimale per la costruzione di un rapporto altrettanto positivo del bambino con gli esseri umani, con la natura e con la realta in ge­nere. In particolare e stato evidenziato il ruolo che un rapporto positivo del bam­bino con ranimale riveste nel facilitare la comprensine del diverso. n rapporto con il diverso e uno degli aspetti fondamentali dell esperienza umana e per que­sto motivo tante ricerche psicologiche hanno affrontato le tematiche dell’empatia, cioe della capacita di immedesimarsi in un altro individuo sia sul piano cognitivo che su quello affettivo. In questo contesto, il rapporto degli esseri umani con gli animali acquista un signiiicato particolare: essendo gli animali diversi da noi, svfluppare nei bambini un rapporto positivo con loro puo costituire uno strumento valido per insegnare a instaurare legami positivi anche con i propri simili. In questa prospettiva il rap­porto con gli animali ha un ruolo determinante, proprio perche essi sono mol­to diversi da noi e quindi l’addestramento all’empatia nei loro riguardi costituisce un esercizio efficacissimo e permette l’acquisizione di processi di pensiero e di partecipazione affettiva particolarmente adatti al potenziamento delle capaci­ta empatiche in generate.


Gatti: Con noi da 5000 anni

II gatto vive con noi da almeno 5000 anni e non si sa se sia entrato nella nostra societa come ospite o come collaboratore, comunque prima come cacciatore di topi e poi come animale da compagnia il gatto ci ha dato e ci sta dando davvero molto.

Un tempo era considerato sacro dagli egizi che adoravano Bestet dea della testa di gatto e questa civilità molte volte arrivava addirittura a mummificarli come faceva con i faraoni. I gatti sono sempre più presenti nella vita di tutti i giorno eg hano di gran lunga superato numericamente il cane come animale piu frequente in casa. Sara per la sua indipendenza, sara perche e piu facile da gestire, sara perche e meno impegnativo di altri animali in termini di cure ed attenzioni, ma ormai e veramente raro non possederne o non conoscere amici che ne abbiano uno.

Comunque sacro o no noi il gatto lo amiamo per tutto I’affetto e la simpatia che ci trasmette senza essere pero mai sottomesso e conservando sempre nel cuore i suoi istinti di grande cacciatore selvaggio.

2018-04-13T14:06:37+00:00 Argomento: FAMIGLIA|Speciale |