La piattaforma

Digital Paper: Fatturazione Elettronica

La procedura analizzata nei passaggi essenziali e la funzione dell’SDI

Dalla compilazione all’invio, in breve

E’ una vera rivoluzione quella che l’obbligo della fatturazione elettronica porta con sè. Per molti anni la fattura è stata compilata in vari modi: carta e penna, macchine da scrivere, tramite editor testuali o fogli di calcolo (word, excel, ecc…), usando software di fatturazione e gestionali più o meno avanzati. Una volta compilata dal fornitore, la fattura veniva spedita al cliente via posta o via email. Il destinatario (il cliente) aveva l’obbligo di conservare in formato cartaceo il documento ricevuto per almeno 10 anni (le fatture scaricate tramite email andavano dunque stampate).

Oggi la fatturazione elettronica definisce un percorso unico standardizzato grazie al Sistema di Interscambio (SdI) dell’Agenzia delle Entrate.

Ecco, in modo schematico, i passaggi essenziali del nuovo adempimento.

La fattura elettronica viene compilata tramite un software di fatturazione elettronica.

Viene firmata digitalmente (tramite firma elettronica qualificata) dal soggetto che emette la fattura o dal suo intermediario in modo da garantire origine e contenuto.

Chi emette la fattura dovrà poi inviarla al destinatario tramite il Sistema di Interscambio che, per legge, è il punto di passaggio obbligato per tutte le fatture elettroniche emesse verso la Pubblica Amministrazione e verso i privati (con alcune differenze).

Dopo i controlli tecnici automatici, il Sistema di Interscambio provvede a recapitare il documento alla Pubblica Amministrazione o al soggetto privato a cui è indirizzato.


LA PIATTAFORMA

Sistema di Interscambio tra privati

Dai passaggi sintetizzati si intuisce che il Sistema di Interscambio funge da “snodo” tra gli interessati. Ma che cos’è esattamente? Il Sistema di Interscambio fra privati è la piattaforma messa a punto dalla Agenzia delle Entrate per semplificare i nuovi adempimenti. Il Sistema di Interscambio nasce infatti nel 2015 a seguito dlel’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione.

Di fatto questa piattaforma online consente di ricevere le fatture sottoforma di file xml; effettuare i controlli sui file ricevuti; inoltrare le fatture.

Esiste per l’operatore economico una duplice modalità di invio/ricezione tramite il Sdi al fine di gestire correttamente la fattura:

tramite l’inserimento in fattura dell’indirizzo PEC del destinatario;

tramite un canale web service o FTP che si traduce operativamente nel far inserire in fattura il cd. “Codice destinatario”.

Le due soluzioni indicate ( tramite pec e web service) sono tra loro alternative e servono a veicolare la fattura e a identificare il corretto destinatario della stessa.

2019-01-14T14:09:44+00:00Argomento: ECONOMIA|Speciale |