Mente e corpo in esercizio

Digital Paper: Rimettersi in forma

Sapere che …

ci si sente bene e che si ha un aspetto sempre piacevole e carico di energia indipendentemente dall’eta dona una piacevole sensazione di forza e potenza. Si percepisce infatti la parte attiva della vita e non ci si limita a trascinarsi da un giorno all’altro senza entusiasmo. Piu si avanza con l’eta e piu diventa assolutamente importante preoccuparsi di tenere sempre e costantemente il proprio cor­po e la mente in esercizio. Impegnarsi per mantenersi in forma fisicamente sprizzanti di pura energia infatti aiuta a contrastare e a combattere parecchie malattie come l’osteoporosi, l’ipertensione, alcune malattie cardiache, la depressione e il rischio di obesita consolidando in noi un atteggiamento positivo e costruttivo nei confronti della vita che scorre. II movimento infatti inteso come attivita fisica a bassa intensita (pedalare, camminare, nuotare o fare della piccola attivita fisica in palestra o all’aria aperta) e salutare e costruttivo ed e sinonimo di benessere generale e lo diventa sempre piu con l’avanzare dell’eta, quando rinvecchiamento porta con se un evidente e costante declino psico-fisico. Queste alterazioni naturali comunque non devono deprimerci o spaventarci anzi semmai renderci consapevoli di cio che sta accadendo in noi e stimolarci per cercare con ogni mezzo di contrastarle fermamente.


LA PRATICA SPORTIVA FA AUMENTARE IL QI

Una pratica sportiva regolare ed equilibrata contribuisce ad aumentare l’intelligenza dei ragazzi. Lo sostiene uno studio condotto dall’Università di Gothenburg, Svezia, che ha coinvolto praticamente tutti gli uomini svedesi nati tra il 1950 e il 1976 che avevano svolto test cognitivi e avevano risposto a questionari nel momento in cui venivano arruolati per il servizio militare obbligatorio. I volontari analizzati sono stati un milione e duecentomila ed i dati presi in esame sono stati: quoziente di intelligenza, contesto familiare, conquiste sociali ed economiche ottenute nella vita. Secondo quanto afferma il professor George Kuhn, a capo della ricerca pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences, i risultati hanno mostrato un sorprendente collegamento tra un sistema cardiovascolare in buona salute e l’intelligenza, ma al contempo non è emersa la stessa correlazione con la forza dei muscoli. Kuhn ha inoltre chiarito che i giovani uomini attenti alla forma fisica, quindi con un’ottima funzionalità cardiovascolare, a 1 S- 18 anni mostrano un’intelligenza nettamente superiore rispetto ai coetanei con inferiore funzionalità cardiovascolare.

2019-01-14T17:18:29+00:00Argomento: DONNA|Speciale |