La Fiorentina in campo per ricordare Ballerini

di FRANCESCO QUERUSTI

SI È SVOLTO lunedì 17 aprile, per Pasquetta, il VII torneo Renato Ballerini di calcio giovanile per le categorie Primi Calci anni 2008 e 2009 e Piccoli Amici 2010. Il torneo è stato ben organizzato dal responsabile della scuola calcio del Porta Romana Claudio Piccinetti, coadiuvato dalla segreteria della società. Presenti ai due tornei 30 squadre provenienti da tutta la Toscana. La manifestazione si è conclusa, aiutata dalla bella giornata di sole, in uno stadio Bozzi alle Due Strade gremito dai genitori dei giovani calciatori, con al termine la premiazione di tutti i bambini. All’evento, oltre alla sorella del compianto Ballerini erano presenti alcuni ex giocatori della Fiorentina, amici come l’allenatore Mazzoni, rappresentanti della Fiorentina attuale e Vasco Brogi per il Comitato Toscana Lnd di Firenze.

CLAUDIO Piccinetti, responsabile della scuola calcio del C.S. Porta Romana, aveva presentato così ilMemorial Renato Ballerini: «Il torneo è l’occasione per ricordare un grande uomo di sport che ha dedicato 50 anni della propria vita ai giovani, prima come accompagnatore, poi come segretario del settore giovanile della Fiorentina». Queste le squadre presenti. Anno 2008. Girone A: Fiorentina, Resco Reggello, Prato, Junior Lucchese. Girone B: Porta Romana, Impruneta Tavarnuzze, Florence Sporting Club, Pratovecchio Stia. Girone C: Ponte Rondinella Marzocco, Rifredi 2000, Soci, Santa Firmina. Girone D: Levane Leona, Sales, Braccagni, Marciano. Anno 2009. Girone A: Prato, Porta Romana, Sales, Santa Firmina. Girone B:Ponte Rondinella, Arezzo, Falterona, Belmonte. Anno 2010. Girone A: Porta Romana, Ponte Rondinella Marzocco, Santa Firmina. Girone B: Sales, Prato, Olimpia Quarrata.

QUESTO è stato il ricordo dei viola per Ballerini, scomparso il 27 gennaio 2010: «Tutta la Fiorentina piangela scomparsa di Renato Ballerini. Il suo prezioso ed incessante lavoro nel settore giovanile, la sua costante e incrollabile passione che da tantissimi anni lo legavano ai colori viola, saranno sempre ricordati con affetto, lo stesso che lui ha quotidianamente riversato su generazioni di ragazzi, aiutandoli a diventare uomini prima che sportivi».