Jessica e Jovana, due bellezze che fanno sempre gol

di LUCIANA MAGISTRATO

CALL ME Lotita è lo pseudonimo con cui, via Instagram, accende la fantasia e illumina gli occhi dei follower ma il suo nome è Jovana Svonja, modella serba e moglie, dal 2014, del giocatore della Lazio Filip Djordjevic. Il loro amore è nato tempo prima, quando Djordjevic giocava nel Nantes, e lei era reduce da un amore finito male. Come non innamorarsi degli sguardi ammiccanti e delle curve mozzafiato che la bella serba ha sfoggiato anche con il pancione visto che pochi mesi fa, a fine gennaio, è diventata mamma di Leon, il secondogenito della coppia dopo Noel, nata due anni prima.

INSOMMA una sexy mamma, più che Lolita, con la coppia molto amica della famiglia viola Tomovic. E Jovana è solo una delle tante wags della Lazio. Tra le regine dei selfie e dei social, ad esempio, c’è una bellezza tutta mediterranea, Jessica Melena, moglie di Ciro Immobile dal 2014 quando in pieno periodo di preparazione al Mondiale ebbe il permesso per andarsi a sposare (e a firmare con il Borussia). Immobile, chiamato il «palo della morte» dagli amici per la capacità di piazzarsi nell’angolo giusto per segnare, ha conosciuto Jessica, che è di Chieti, sul lungomare di Pescara nel 2011, all’inizio della indimenticabile esperienza alla corte di Zeman grazie al quale è esploso, dopo i fugaci passaggi in Toscana tra Siena e Grosseto. La coppia ha due figlie Giorgia e Michela, con quest’ultima che canta l’inno della Lazio a favore di follower. I due sono diventati soci di un ristorante (Lentini’s) a Brera e hanno una linea di abbigliamento partita per ora con costumi e teli, la Jc, che prende il nome delle loro iniziali. A febbraio Jessica ha fatto alzare la temperatura dei follower postando su Instagram (profilo rigorosamente di tutti e due, Ciroejessicimmobile) un video in cui si allenava in palestra mettendo in risalto il lato b. Tra le più belle compagne dei laziali sembra non esserci più la compagna di Milinkovic Savic. Nel 2015 il giocatore fu al centro di un caso di mercato tra Lazio e Fiorentina con il serbo che restò al «Franchi» il tempo di far fumare un pacchetto di sigarette ad uno sconsolato Pradè, senza però mettere la firma sul contratto. E si sussurra che ci mise lo zampino la bella Andreja Travica, che sponsorizzò la Lazio e Roma, dove si trasferì con lui qualche giorno dopo. E nella capitale la ragazza si è trovata a meraviglia, anche se ora in Serbia si vocifera che i due non stiano più insieme. Andreja ha fatto…tanto rumore per nulla.