Una città, un golfo, un comprensorio

Uil Pensionati

Uil Pensionati: 5mila iscritti e sempre più attenta a chi ha più necessità

Con il 5 per mille sostenuti molti servizi agli anziani sul territorio

Mentre continua la campagna di tesseramento della Uil Pensionati che ha raggiunto l’obiettivo dei 5mila iscritti, si rafforza la politica sul territorio dell’organizzazione sotto la regia del segretario generale Marcello Notari, del segretario amministrativo Valter Morelli e del direttivo tutto, per essere sempre più presenti, capillari e concreti nella tutela di chi ha più necessità.

Radicati nel territorio li siete, quale è il valore aggiunto che la Uil Pensionati vuole mettere e mette nel rafforzamento delle tutele di chi ha più necessità? “I bisogni, materiali e immateriali, sono cresciuti e crescono non solo per la crisi ma anche per le difficoltà di vivere in una società diventata sempre più – anzi esageratamente – complicata e complessa. Occorre offrire per questo una serie di tutele che spazino nei settori più delicati. Così siamo oggi orgogliosi, proprio nel corso della campagna tesseramento, di fare conoscere ai nostri pensionati e a tutti l’Ada, l’Associazione per i Diritti degli Anziani che, promossa dal nostro sindacato, offre tanti servizi di assoluta utilità a seconda dei bisogni: dai farmaci e dalla spesa a domicilio, al telefono amico e al trasporto sociale, dallo sportello di segreteria sociale al trasporto per visite mediche all’ambulatorio itinerante presso i centri sociali”. Servizi estesi dunque, sostenuti anche dalla componente del volontariato ma come si finanziano? “E’ bene si sappia anche questo: si finanziano con la destinazione del 5 per mille appunto all’Ada (riferimento 03958751004). E si deve anche sapere che è con questi contributi che abbiamo sedi Ada sul territorio, alla Spezia in Via Persio 35 tel. 0187-777544, a Sarzana in Via Emiliana telefono 0187-620480, a Ceparana in Piazza 4 Novembre 10 telefono 0187-9402203, a Levanto in Via Canzio 15 telefono 0187- 777544. A queste sedi e a questi numeri ci si può liberamente rivolgere e si possono chiedere intanto tutte le informazioni”.


UIL PENSIONATI L’ASSISTENZA A ISCRITTI E NON ATTRAVERSO LA STRUTTURA DEL SINDACATO

Scoviamo i diritti inespressi, che il pensionato non sa di avere

Proseguiamo con alcuni interessanti aspetti della vita del sindacato che non tutti conoscono.

Oltre ai servizi quale è la vostra missione di tutela di chi ha più bisogno? “Ricordato che attraverso il sindacato Uil mettiamo a disposizione dei pensionati, iscritti e non, il Caf per le questioni fiscali, il patronato Ital per le pratiche burocratiche e gli altri servizi, abbiamo incrementato, come detto, la presenza sul territorio capovolgendo le parti per esempio con i Comuni con i quali abbiamo aperto noi insieme agli altri sindacati una contrattazione sociale su fiscalità locale, politiche abitative, lotta all’evasione, difesa del welfare locale e contrasto alla povertà con fondi specifici. Ponevate anche un’altra questione da non sottovalutare… “Quella di coloro che, percependo una pensione con meno di 750 euro al mese, non sanno di aver diritto ad assegni, integrazioni, aumenti, una tantum. Sono i diritti inespressi”. Quale è la questione dei diritti inespressi? “I diritti previdenziali non sono riconosciuti autonomamente dall’Inps ma occorre chiederli. Noi assistiamo chi ne ha diritto fino al pagamento degli arretrati degli ultimi cinque anni”.

 

2017-03-31T11:45:11+00:00