Sogno Nerazzurro

L’ex Stefano Colantuono

I ‘galletti’ vogliono i tre punti
Ma la formazione è un rebus

L’ex Stefano Colantuono alle prese con grossi problemi per la rosa

di ALDO GAGGINI

SE IL BARI non riuscirà a centrare l’obiettivo dei playoff si potrà parlare di un vero e proprio fallimento sportivo. La società pugliese, infatti, non ha badato a spese e ha affrontato il mercato di gennaio inserendo in organico elementi di sicuro valore. Ma i risultati non sono stati pari alle attese. Rendimento discontinuo, tra alti e bassi, e problema del gol affiorato nonostante Floro Flores. Ecco perché in casa pugliese si parla senza mezzi termini di vincere le prossime quattro gare per entrare nella griglia degli spareggi finali. Il primo avversario è proprio il Pisa di Rino Gattuso finito sul ciglio della C con il pesante fardello di ben quattro punti di penalizzazione, si chiude venerdì 19 maggio sul campo della Spal di Leonardo Semplici a un passo dal gran ritorno in A dopo quarantanove anni. Tranne la Spal all’ultima giornata, il calendario non presenta partite ad alto rischio contro concorrenti dirette nella lotta per i playoff. Basta guardare gli impegni delle altre che vedono Carpi, Entella e Salernitana con tre scontri diretti, lo Spezia e Novara con due. Ma non sarà così semplice. Il Bari ha bisogno dei tre punti per proseguire la rincorsa ai play-off, il Pisa per non dover dire addio prematuramente al campionato cadetto. Quella del San Nicola sarà una sfida senza esclusione di colpi e un match particolare soprattutto per tre ex: Lores Varela ed Edgar Cani hanno vissuto a Bari la stagione più emozionante degli ultimi anni, con la cavalcata memorabile, che tutti gli amanti del biancorosso portano nel cuore. A Pisa la situazione si è ripresentata quest’anno, con il fallimento della società e diversi punti di penalizzazione. L’esito però non sarà lo stesso, visto che la squadra, molto probabilmente, retrocederà in Lega Pro. L’altro ex di turno è Andrea Lazzari, che ha giocato nel Bari nella scorsa stagione a partire da gennaio. Per lui nove presenze e un gol alla corte dell’ex tecnico Camplone. Grossi problemi di formazione per Stefano Colantuono che non solo non recupererà nessuno degli infortunati. ma perderà altri pezzi. Stando a quanto comunicato dalla società, infatti,Tonucci, ha una lesione all’adduttore della coscia sinistra e resterà fuori almeno tre settimane. Di venti giorni avranno bisogno Morleo e Fedele, usciti anzitempo contro la Salernitana. Per il terzino si tratta di una distorsione al ginocchio, mentre per il centrocampista svizzero l’interessamento riguarda la caviglia sinistra. Stop anche per Floro Flores che sta continuando la terapia fisica e sarà indisponibile così come Franco Brienza e Filip Raicevic. Tanti problemi da risolvere per Colantuono soprattutto per la prima linea, ma anche negli altri reparti non si scherza proprio.

 

2017-05-02T19:07:24+00:00