Sogno Nerazzurro

L’avversario

‘Sarebbe un dispiacere non centrare i playoff dopo il campionato che abbiamo disputato’

A mister Venturato mancherà l’attaccante Litteri, operato allo zigomo

di ALDO GAGGINI

E’ LA SERENITÀ dell’ambiente il punto di forza del Cittadella che riesce ad assorbire senza contraccolpi negativi il fallimento sportivo di qualche stagione. Foscarini, attualmente sulla panchina del Livorno, è stato a lungo l’artefice dei successi granata prima di lasciare il testimone a Venturato che dopo aver riportato la squadra in cadetteria nella passata stagione, la sta guidando verso l’alta classifica. Nel momento in cui scriviamo, la formazione veneta è sesta in classifica, quindi in piena corsa per un posto nella griglia dei playoff, anche se la sconfitta rimediata al «Tombolato» con il Cesena (2-3) ha complicato i piani della società. Chiaro l’obbligo dei veneti di scendere all’Arena per conquistare punti pesanti e conoscere in anticipo i risultati delle dirette contendenti e di Vicenza-Ternana che interessa direttamente il Pisa, potrebbe costituire un bel vantaggio. Sarà una sfida particolare per molti ex della partita a cominciare da Andrea Arrighini (sette gol per lui in questa stagione) per proseguire con Manuel Iori, capitano e leader della squadra (otto centri), col portiere Enrico Alfonso, il terzino sinistro Amedeo Benedetti e l’attaccante Luca Strizzolo che al debutto in categoria ha realizzato sette reti.

A VENTURATO mancherà l’attaccante più prolifico, Litteri, appena operato allo zigomo e forse recuperabile per i playoff. Lo spirito con cui i granata arriveranno a Pisa è presto spiegato da Iori: «Avremmo un dispiacere immenso non centrare la qualificazione ai playoff dopo il campionato che abbiamo disputato. L’obiettivo è alla nostra portata e dipende da noi se raggiungerlo o meno: bisogna cercare di raccogliere il maggior numero di punti possibile per centrare l’obiettivo. La partita di Pisa presenterà le sue insidie, avremo di fronte un avversario in difficoltà, ma indipendentemente dai loro problemi, dovremo essere bravi a fare la nostra partita, concentrandoci soltanto sulle cose da fare per ottenere un risultato positivo. Quando andremo in campo, saranno già noti i risultati di tutte le altre squadre, ma tutto questo non dovrà modificare il nostro atteggiamento, perchè andremo in campo soltanto con l’obiettivo di strappare i tre punti». Concetti ripresi anche da Andrea Arrighini che vorrebbe dedicare la conquista dei playoff allo sfortunato Litteri: «Il Pisa si esprimerà al massimo per rispetto della maglia e per onorare il campionato è chiudere la stagione in maniera dignitosa davanti al proprio pubblico e questo in maniera indipendente dal significato che potrà avere il risultato per la loro classifica. Noi dovremo farci trovare pronti fin dalle battute iniziali e con lo spirito giusto come se di fronte a noi ci fosse la capolista del campionato».

 

2017-05-08T12:08:47+00:00