Sogno Nerazzurro

La preparazione

Terapie, allenamenti e a letto presto
«Un gruppo di grandi professionisti»

Lo staff dell’albergo: «Mai vista tanta unità e spirito di servizio»

TERAPIE al mattino e sedute di allenamento al pomeriggio. La sera cena e a letto presto. Da mercoledì il Pisa ha trasferito il suo quartier generale al Grand Hotel La Pace di Montecatini Terme per preparare al meglio la sfida con il Cesena e stare lontano dai veleni che qualcuno si diverte a spargere in città. Del resto, l’obiettivo salvezza è troppo importante per non prendere tutte le contromisure necessaire. Così nella quiete della città termale Rino Gattuso, d’intesa con i vertici del club, ha preteso che si trasferisse tutto l’occorrente per una preparazione minuziosa, compreso l’intero staff medico e perfino le attrezzature necessarie alle terapie.

IL PROGRAMMA di lavoro ha quindi previsto sedute di recupero per i giocatori acciaccati e per coloro che risentono anche dell’affaticamento inevitabile a questo punto della stagione e con la pressione accumulata nelle ultime settimane. Uno stress che non incide solo sulla testa dei calciatori, ma talvolta anche sui muscoli. Il clima in questi giorni di ritiro è stato assolutamente sereno, certamente non ludico. Perché non era una vacanza. Bensì una necessità per lavorare con maggiore concentrazione in una settimana che può rappresentare una specie di «sliding doors» della stagione nerazzurra. Il lavoro sul campo si è svolto senza intoppi, la serenità della squadra e l’unità del gruppo sono state percepite prima di tutto dallo staff dell’albergo, che ha messo a disposizione anche un campo di allenamento nelle vicinanze per consentirela preparazione in assoluta tranquillità e al riparo da «occhi indiscreti». Programma morigerato anche alla sera: Napoli-Juventus in Tv e poco altro. Squadra a letto già prima delle 23, perché al mattino si ricominciava di buon’ora. Riunione e chiacchiere con il suo staff invece per Gattuso. In albergo si sono visti quasi ogni sera il presidente Giuseppe Corrado, il figlio Giovanni che con il tecnico e la squadra ha un rapporto strettissimo anche sul lavoro quotidiano, e i collaboratori più stretti dell’area tecnica. Un gruppo solido che, racconta il personale dell’hotel, «dimostra di avere tutto perfettamente sotto controllo, ma soprattutto di lavorare con grande professionalità: ci ha colpito molto il clima di unità e spirito di servizio che accomuna giocatori, tecnici e dirigenti». Insomma tanti sorrisi e strette di mano e chi si era immaginato un ritiro trascorso in tensione è rimasto stupito. Il Pisa continua a lavorare con la stessa intensità di sempre e provando anche ad acquisire un’arma in più: quella della serenità di chi sa che si trova dalla parte giusta.

IL RECUPERO

IL PROGRAMMA DI LAVORO HA PREVISTO SEDUTE DI RECUPERO PER I GIOCATORI ACCIACCATI E PER COLORO CHE RISENTONO ANCHE DELL’AFFATICAMENTO

Focus

La dirigenza

In albergo a Montecatini si sono visti quasi ogni sera il presidente Giuseppe Corrado, il figlio Giovanni il quale ha, con il tecnico e la squadra, un rapporto strettissimo anche sul lavoro quotidiano, e i collaboratori più stretti dell’area tecnica

La privacy

Il lavoro sul campo si è svolto senza intoppi grazie anche allo staff dell’albergo che ha messo a disposizione del gruppo anche un campo di allenamento nelle vicinanze per consentire la preparazione in assoluta tranquillità e al riparo da occhi indiscreti

2017-04-10T12:34:59+00:00