Speciale Green

Consumo consapevole

‘M’illumino di meno’: invito a non sprecare

Il 24 febbraio tutti a luci spente per accenderle sul consumo consapevole

Condividere è sinonimo di non sprecare. La pensano così a Rai Radio 2 che, per il tredicesimo anno, promuove la festa del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili. La ricorrenza è sancita dall’appuntamento con “M’illumino di meno”, iniziativa lanciata nel 2005 dalla trasmissione Caterpillar che ogni anno spenge le luci nelle città per accenderle sul consumo consapevole.
“M’illumino di meno”, che si rivolge alle istituzioni di tutti i livelli, alle associazioni culturali e a quelle sportive, alle scuole di ogni ordine e grado e soprattutto ai singoli cittadini, quest’anno è accompagnata dall’hashtag #CondiVivo: per il 2017 infatti, oltre al consueto invito a spegnere le piazze, le illuminazioni private e pubbliche nella giornata di domani, 24 febbraio, Caterpillar chiede a tutti coloro che aderiscono di compiere un gesto di condivisione contro lo spreco di risorse.
“Spegniamo le luci e accendiamo l’energia della condivisione” recita il manifesto di quest’anno: questo perché, spiegano gli organizzatori, è dimostrato che la più grande dispersione energetica è causata dallo spreco in tutti ambiti dei nostri consumi: alimentari, trasporti, comunicazione. Per questo Caterpillar invita tutti a “condiVivere”: il 24 febbraio si potrà contribuire dando un passaggio in auto ai colleghi, organizzando una cena collettiva nel proprio condominio, aprendo la rete wireless ai vicini e in generale condividendo le proprie risorse come gesto concreto anti spreco e motore di socialità.
Come sempre, Caterpillar sarà in diretta dalle 18 alle 20 per seguire gli spegnimenti in giro per l’Italia: negli anni, come gesto simbolico di risparmio energetico, sono stati spenti i principali monumenti italiani ed europei e la partecipazione a “M’illumino di meno” è cresciuta in modo straordinario. Questa festa verde sarà presto un appuntamento fisso e riconosciuto? Può darsi, visto che si sta portando avanti la proposta dell’istituzione della Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili.

I Supereroi del risparmio

Le acque sono inquinate, i rifiuti sono troppi e le fonti di energia non bastano più? Niente paura, arrivano il Conte Ventus, Ricicleman, Super Electro e Lavacqua. “M’illumino di meno” coinvolge il mondo della scuola e dell’infanzia, per educare e sensibilizzare i più piccoli ai temi legati alla sostenibilità: la proposta di quest’anno è stata quella di giocare a immaginare un supereroe del risparmio energetico. Così i più piccoli si sono sbizzarriti, dando vita nei loro disegni a personaggi dai poteri straordinari che arrivano in soccorso degli umani per riportarli sulla retta via del risparmio amico dell’ambiente. Al mondo dello sport è stato invece chiesto di mobilitarsi per la giornata del 24 febbraio organizzando attività di sensibilizzazione “perché l’energia più pulita è quella che produciamo noi muovendoci senza inquinare”.

Cosa condividere?
Ecco i consigli

Ma cosa si può condividere? Qualche idea arriva proprio dal manifesto di “M’illumino di meno” dove la condivisione è intesa nel senso più ampio del termine: si può condividere l’auto per andare al lavoro ma anche la bicicletta e partire tutti insieme. Si può condividere il cibo, il trapano, l’aspirapolvere, il tosaerba, la lavatrice e la casa, l’ospitalità, lo scambio, il divano o un posto per il sacco a pelo. Si può condividere anche un “saper fare: t’appendo quel quadro, t’insegno lo spagnolo, ti riparo la gomma della bicicletta” o un sapere. “Si può condividere un telescopio e guardare le stelle che con le luci spente son più belle. E il cielo è di tutti, già condiviso”: si può condividere qualsiasi cosa insomma, anche un po’ del proprio tempo.

2017-02-23T11:20:57+00:00