Sogno Nerazzurro

Giovanni Simonelli

Arena molto ospitale per i veneti
Una sola sconfitta nei 5 precedenti

L’unica vittoria toscana è del 2003 grazie ai gol di Ambrosi e Capuano

di ALDO GAGGINI

PER LA SESTA volta il Cittadella sarà di scena all’Arena per il penultimo atto casalingo della stagione 2016-2017. Il bilancio dei cinque precedenti è favorevole ai veneti i quali in due occasioni hanno centrato il risultato pieno, in due hanno pareggiato è una sola volta sono stati sconfitti. Soltanto in una circostanza, stagione 2008-2009 l’incontro era valido per il torneo cadetto: i granata maramaldeggiano con un rotondo 3-0, tripletta di Bonvissuto. Gli altri quattro incontri hanno una storia di serie C. Il confronto ha storia recente, perché L’Associazione sportiva Cittadella è nata soltanto nel ‘73 dalla fusione dell’U.s. Cittadellese e dell’Olimpia Cittadella. Di fatto si trattò di un vero e proprio compromesso storico: la Cittadellese era la squadra dei comunisti, mentre l’Olimpia aveva una matrice cattolica. La fusione fu ispirata dall’allora presidente dell’Olimpia Angelo Gabrielli per arginare in qualche modo i debiti di entrambele società a forte rischio di estinzione. La Cittadellese era in Prima Categoria, l’Olimpia in Promozione e all’inizio la convivenza non fu affatto facile per la natura dei due sodalizi.

PISA E CITTADELLA cominciano a incrociare i loro destini nel ‘99, in C1. Fu una stagione esaltante per entrambe le formazioni: il Pisa concluse l’avventura al secondo posto con 57 punti, a una sola lunghezza dal Siena promosso in B e si aggiudicò la Coppa Italia di Lega Pro a spese dell’Avellino, mentre il Cittadella, terzo con 55 punti, ottenne la promozione in B, grazie al successo nella finale dei playoff ai danni del Brescello che aveva eliminato il Pisa in semifinale. La prima sfida in assoluto, disputata il 10 ottobre, si concluse 1-1: al vantaggio nerazzurro siglato da Savoldi, rispose Fantini nella ripresa. Francesco D’Arrigo sulla panchina pisana, Ezio Glerean su quella veneta. L’unica vittoria toscana è datata 19 aprile 2003: il Pisa di Simonelli, dopo aver vinto all’andata 1-0, si ripetè all’Arena grazie ai gol di Ambrosi e Capuano, arbitro Mazzoleni di Bergamo Quel Pisa era presieduto dalla signora Gentilì e aveva in Maurizio Mian un preciso punto di riferimento. Arrivò quarto nella regular season (il Cittadella di Maran soltanto settimo), ma perse la finalissima dei playoff con l’Albinoleffe che per la prima volta raggiunse la serie B. A reti bianche il confronto dell’anno seguente sempre in C1, prima della scoppola (0-3, doppietta di Sgrigna e gol di Ruopolo). Nell’anno della promozione di Braglia,la sfida all’Arena terminò ancora in pareggio (1-1, a segno De Gasperi per i granata e Chiarini), ma al ritorno i nerazzurri violarono il terreno patavino grazie a Ferrigno. Ultimo confronto, lo 0-3 già ricordato nell’ultima serie B prima dell’attuale.

 

2017-05-08T12:09:40+00:00