TENDENZE / IL SALONE

//TENDENZE / IL SALONE

TENDENZE

Svolta eco-classic
per collezioni
style-conscious

La ricerca, sempre più intesa come sperimentazione
tecnologica, si applica a materiali alternativi

di Elena Moretti*

L’ecosostenibilità diventa key word anche nel mondo contemporary classic – e nello specifico nel segmento capispalla – dopo aver contagiato lo sportswear. La ricerca, sempre più intesa come sperimentazione tecnologica, si applica a materiali creativi e alternativi, provenienti da riciclo, per collezioni style-conscious, etiche e sorprendenti. Azienda pioniera del fashion sostenibile, Ecoalf punta su innovazione e tecnologia, sostenibilità e design. Reti da pesca scartate, bottiglie di plastica postconsumo, pneumatici usurati, cotone post-industriale e persino fondi di caff è diventano capispalla, costumi da bagno, sneaker e accessori. E alla Limonaia di Villa Strozzi, in scena la capsule 100% made in Italy creata con materiali di riciclo dalla stylist Ana Gimeno con il designer Tiziano Guardini.

Un ready-to-wear basato su tecno materiali di lusso e tecniche innovative è la proposta di Aeance che si avvale della collaborazione con il celebre industrial designer Konstantin Grcic. Per il 96% i tessuti sono riciclati, naturali, biodegradabili o a base biologica. Da Esemplare si fa strada una linea che punta su termonastrature, tessuti catarifrangenti con fi bre di vetro e tagli laser. Il tema dell’ecosostenibilità è inserito nei materiali esterni ma anche all’interno. Focus sull’innovativa piuma sintetica Ecodown Fibers 100% riciclata da bottiglie di plastica che, insieme alla lana riciclata e alla pelliccia ecologica, permette di raggiungere alti livelli di termicità. E ancora, acclamato come la prossima icona per gli archivi Clarks, il mocassino da sport ibrido Seven 14 promuove il viaggio responsabile del brand nella produzione di scarpe 3.0. Il design riduce al minimo gli sprechi e l’uso di colla con una tomaia morbida e flessibile composta da sette pezzi, suola in gomma riciclata e intersuola in sughero naturale. Un inverno all’insegna della tecno-innovazione in chiave sostenibile anche per Save The Duck, pronto a celebrare l’impresa dello scalatore vegano Kuntal A.Joisher: la conquista degli 8.516 metri d’altitudine, raggiunto con una tuta del brand. Infine, la pace si unisce all’amore per l’ambiente grazie all’iniziativa di Tretorn. Insieme al finlandese Makia, il marchio svedese lancia infatti a Pitti Uomo una speciale collezione vela ispirata ad Åland, arcipelago del Baltico che è ormai noto punto d’incontro per i velisti di mentalità eco. Parte dei proventi della collezione sono destinati alla fondazione John Nurminens per un Mar Baltico pulito.
* Fashion Consultant di Pitti Immagine


 IL SALONE

Pitti Uomo, tutti i numeri
della nuova edizione

Dentro i 60.000 metri quadri della Fortezza da Basso, cifre
da capogiro per un salone che si preannuncia sensazionale

I numeri di Pitti Uomo sono sempre interessanti e “stratosferici” per un salone di moda: 1.230 azienda/marchi, di cui 542 esteri, il 44% del totale. Tutto spalmato su una superficie espositiva di 60.000 metri quadri dentro una Fortezza da Basso che aspetta ancora il suo restauro e le sue migliorie. I tempi sembrerebbero ormai più che maturi, l’impegno di Centro Moda e Firenze Fiera importante. Aspettando gli oltre 25.000 buyers attesi dal mondo che insieme ai visitatori portano l’affl uenza ad almeno 36.000 persone con 9.200 compratori dall’estero, ecco i principali mercati di riferimento che sono: Giappone, Germania, Regno Unito, Olanda, Spagna, Turchia, Francia, Cina, Svizzera, Corea, Stati Uniti, Russia, Belgio, Austria e Svezia. Le sezioni di Pitti Uomo sono tredici: Pitti Uomo, Pop Up Stores, Fashion at Work, Hi Beauty, Futuro Maschile, Make, Touch!, Altro Uomo, Unconventional, I Go Out, I Play, Urban Panorama, My Factory.

95
le edizioni di Pitti
1230
i marchi presenti
542
i brand esteri

Tra i nomi nuovi e i rientri per l’Italia si segnalano Bjanko Milano, Bruno Bordese, Cultero, Deliriuos Eyewear, Ellesse, Herno Laminar, Isaora, Collab Sergio Tacchini Les Hommes, LHU Urban, Lodental, Rossignol X Philippe Model Paris, T-Jacket e Vilebrequin.

2019-01-09T10:44:21+00:0009 Gennaio 2019|Moda|