MUNICH X / IL SALONE

//MUNICH X / IL SALONE

MUNICH X

Una storia di successi
lunga ottanta anni

Non si ferma la corsa del brand di sneakers che ha conosciuto
una crescita imponente in termini di notorietà e di fatturato

LX factor loro ce l’hanno sicuramente. E non lo dimostrano solo un logo fortunato e 80 anni tondi tondi di storia e di successi: ma anche la capacità di lasciare traccia di sé in 40 Paesi e il feeling speciale con l’Italia che, grazie a una presenza capillare in 500 negozi di alto livello, rappresenta oggi il suo primo mercato europeo. Non si ferma la corsa di Munich X: nato a Barcellona nel 1939 come produttore di calzature tecniche per calcio, pallamano e boxe, il brand di sneakers ha conosciuto negli anni una crescita imponente in termini di notorietà e fatturato, raggiungendo una posizione di primo piano nell’ambito dello street wear mondiale. Quest’anno, Munich X sarà presente a Pitti per la decima volta con alcune novità nelle sue linee uomo, donna e bambino: tra queste, in primo piano ci sarà la collezione Orion. Una sneaker di gusto retrò realizzata in pelle blu (abbinata a tessuto di tela dello stesso colore) con rifi niture in pelle bianca. La linguetta ispirata alle scarpe da calcetto, la suola di gomma naturale nera e l’intersuola bianca ne fanno una sneaker capace di viaggiare nel tempo, una scarpa di spiccata personalità capace di unire il fascino del passato alla comodità del presente, per un risultato esteticamente accattivante e sempre alla moda. Un altro passo verso una crescita che non sembra volersi arrestare: il marchio catalano, presente in Spagna con sedici negozi monomarca, ha chiuso infatti il 2017 con una fatturazione di 35 milioni di euro, in aumento del 17% rispetto al 2016, attestando il suo crescente successo e con previsioni positive di chiusura del 2018 e ulteriore espansione nel 2019. La grande aff erma zione nel mercato italiano ha inoltre fatto sì che Munich X abbia pensato di formare una srl proprio in Italia. La nuova società è già formalmente aperta ma sarà operativa dal 1 aprile 2019 e avrà sede a Milano. L’obiettivo principale è quello di continuare a far crescere il brand in Italia, proponendo sempre prodotti distintivi e con un buon rapporto qualità prezzo ma anche facilitando e sveltendo una distribuzione di alto livello, ora ancora più diretta e semplifi cata, ai rivenditori. La volontà delle scarpe con la X (un logo di immediato impatto che è ormai sinonimo di qualità nel footwear sportivo, casual e street smart) è quello di confermarsi sempre più versatili e fashion: tanto che combinazioni cromatiche e materiali sofi sticati ne hanno attenuato la vocazione sportiva, permettendo di conquistare anche il pubblico femminile. Che ora conta quasi la metà dei clienti Munich.


 IL SALONE

«Vorrei che tutti vedessero
la forza che c’è dietro Pitti»

Parla Sergio Colantuoni, ideatore del tema di Pitti Uomo numero 95,
per scoprire qualche cosa di più sull’origine dell’idea “The Pitti Box”

di Sergio Colantuoni*

Quello che sento nell’aria è il forte sentimento di unirsi in tribù, in gruppi, partecipare, sentirsi uniti, portare avanti un ideale, condividere un piacere, partecipare alle emozioni. Raccontare, raccontarsi, sentirsi parte del tutto, è quello che muove le nuove generazioni. Vorrei che tutti potessero vedere la forza e l’energia che c’è dietro un evento di Pitti Immagine. Non solo nei giorni della manifestazione ma durante i centinaia di brainstorming che si fanno e si condividono con altrettante persone. Pitti è un immenso motore di ricerca che esplora tanti aspetti diversi del lifestyle contemporaneo. A Pitti interessa non solo il guardaroba di uomini, donne e bambini, ma anche il cibo, i profumi, il design, la loro vita e i loro interessi. Unendo tutte queste energie, questa stagione, ho semplificato la visione riportando tutto a due colori, il bianco e il nero, per rendere tutto semplice, chiaro e facilmente leggibile: simple influence. Quel modo semplice e diretto di saper raccontare. Mi piace sempre spiazzare le persone che arrivano in Fortezza dando, di volta in volta, un layout visivamente ed emotivamente diverso. In questa 95a edizione prima di andare al lavoro e visitare gli stand, ci si incanala in una lunga galleria fatta di musica funky leggera e vibrante ed una infinita galleria di video selezionati dal più valente curatore di video arte. Un grande fuoco raccoglierà intorno a se la tribù dei Pitti People. Un nuovo villaggio, tra riti antichi e moderne architetture, fra dibattiti e video conferenze. Sentimenti urlati attraverso manifesti. Un caleidoscopio di suggestioni ed immagini che s’inseguono in un Pitti tutto da scoprire e da vivere: In and Out the Box.
 * Life-Styler

2019-01-08T16:58:26+00:0008 Gennaio 2019|Moda|