L’INTERVENTO

//L’INTERVENTO

Bentornato Pitti Uomo! Una grande festa ipnotica

L’evento (ri)conferma nuovamente quel ruolo di primissimo piano che Firenze riveste da sempre nel settore della moda

Moda e calcio, che inedita sfida. Orfani dei Mondiali di Russia, almeno a Firenze potremo consolarci con il lato fashion del calcio grazie a Pitti Uomo numero 94 che per l’occasione porta sulle passerelle molte collezioni ispirate ai colori delle squadre e una mostra dedicata a moda e football, allestita nel complesso di Santa Maria Novella. è quindi il ‘calcio vestito’ una delle novità di Pitti di quest’anno, insieme al leitmotiv Pop, che sta per Pitti Optical Power, un acronimo per dare l’idea della grande festa ipnotica che ci aspetta quest’anno alla Fortezza da Basso. Sarà come sempre un’edizione ricchissima, con oltre 1200 marchi, quasi la metà internazionali, che conferma quel ruolo di primissimo piano che Firenze ha nel settore della moda, a partire dalle griffe che qui hanno cuore e basi logistiche, dal nostro distretto in salute, dalla nostra storia che fece nascere proprio nella nostra città, nella Sala Bianca di Pitti, la moda italiana moderna Firenze è poi di per sé un marchio, un brand unico al mondo, un mix perfetto e inimitabile di cultura, arte, storia e bellezza. Un ideale palcoscenico per un evento, quello di Pitti, che non è solo un momento fieristico ma una kermesse profondamente culturale. Non a caso organizziamo da tre anni Secret Florence, connubio tra moda e arti performative nei luoghi più nascosti della città. Non a caso molte maison amano sfilare nei nostri spazi più affascinanti con progetti site specific: penso alla nostra archeologia industriale, alla straordinaria Manifattura Tabacchi che è in piena valorizzazione, penso ai nostri musei, dagli Uffizi al Giardino di Boboli a Santa Maria Novella. Diamo quindi il bentornato a Pitti Uomo: Firenze non cesserà di sostenere e valorizzare questo salone contribuendo alla promozione della moda italiana in tutto il mondo.

Sarà un’edizione ricchissima, con oltre 1200 marchi, quasi la metà internazionali, che conferma quel ruolodi primissimo piano che Firenze ha da sempre nel settore della moda

2018-06-08T09:43:31+00:0008 giugno 2018|Moda|