Un viaggio intorno
al mondo passando
da un continente all’altro

Anche nel ciclo estivo 2017 dei saloni Pitti la ricerca non si ferma
percorrendo paesi lontani e vicini in un lavoro di costante innovazione

Ogni edizione di Pitti Uo-mo è un magazine diverso che prende forma e racconta una tendenza forte del momento e di ciò che accade nel presente. Ciò che invece rimane costante, consapevoli che la moda si rigeneri costantemente, è il nostro impegno nella ricerca e nella valorizzazione dei designer emergenti. Nel corso degli anni Pitti Immagine e Fondazione Pitti Discovery hanno investito sul futuro della moda attraverso concorsi, sfilate, presentazioni e progetti espositivi di livello internazionale. Anche nel ciclo estivo 2017 dei saloni Pitti – grazie al Programma Speciale promosso dal Centro di Firenze per la Moda Italiana e realizzato con i contributi di Mise e Agenzia ICE – il nostro impegno coprirà idealmente tutti i continenti, a partire da Pitti Uomo che si apre martedì 13 giugno.

Grande impegno, come sempre, nella ricerca
e valorizzazione
dei designer emergenti attraverso concorsi,
sfilate, presentazioni
e progetti espositivi
di livello internazionale

Partiamo con l’Italia. Il programma Pitti Italics investe sui nomi del fashion design italiano di proiezione internazionale: a questa edizione presentiamo Federico Curradi – che metterà in scena al Museo Bardini una collezione moderna e romantica, ispirata a icone e simboli di Firenze e realizzata grazie a materiali e lavorazioni di altissima qualità provenienti dal nostro territorio – e Alanui, il brand lanciato appena un anno fa dai fratelli Nicolò e Carlotta Oddi, che al Tepidarium del Roster si concentreranno sulle variazioni di un solo prodotto di eccellenza – un jacquard cardigan in cashmere – frutto di una ricerca senza confini declinata in chiave etno-chic.
Destinata ai nuovi talenti della moda maschile, italiani o che producono le proprie collezioni in Italia, la nona edizione di WHO IS ON NEXT? UOMO conferma il suo ruolo di promotore delle nuove generazioni. Per la prima volta le collezioni dei sei finalisti vengono presentate ai compratori e ai media riuniti a Pitti Uomo all’interno del percorso della manifestazione, con l’intento di valorizzarne cifra creativa e sostanza commerciale.
Guest Nation Australia, in collaborazione con The Woolmark Company, è una finestra aperta sul nuovo fashion design australiano. Per la prima volta, otto giovani designer di quel paese, selezionati insieme all’Australian Fashion Chamber, presentano le loro collezioni in Fortezza, con un allestimento che mette in evidenza le qualità specifiche della manifattura e del lifestyle australiano, dalle sperimentazioni sulla maglieria al fashion più glamour, dalla pop culture agli accessori, dalla sartoria minimalista ai volumi fuori scala, all’activewear.
In partnership con Japan Fashion Week organizziamo alla Leopolda la sfilata di Yoshio Kubo, uno dei talenti più promettenti della moda giapponese. E grazie a un accordo con Tokyo Fashion Award, saranno visibili in Fortezza, nella sezione Unconventional dedicata al cosiddetto luxury underground, le collezioni di sei brand emergenti.
E infine l’alleanza con MINI offre uno sguardo esclusivo alla sua nuova Capsule Collection Beyond Native: cinque giovani stilisti emergenti, provenienti ciascuno da un continente differente, hanno tradotto l’ambivalenza tra le loro origini culturali ed il luogo dove vivono attualmente in prodotti destinati al globetrotter urbano.

*Direttore Comunicazione ed Eventi
di Pitti Immagine, Segretario generale
della Fondazione Pitti Immagine Discovery