Speciale Casa

Bonus prima casa 2017

Agevolazioni e beneficiari

Bonus prima casa 2017: ecco l’elenco delle agevolazioni previste per il prossimo anno e quali i beneficiari.  Bonus prima casa 2017: quali sono le agevolazioni fiscali per chi intende effettuare un nuovo acquisto il prossimo anno?  Anche nel 2017 sarà possibile usufruire di importanti agevolazioni sulla prima casa e nel dettaglio il bonus prima casa prevede la possibilità di usufruire di una riduzione dell’Iva, del credito d’imposta e di detrazioni Irpef. Le agevolazioni del bonus prima casa si applicano per gli acquisti effettuati da imprese, da privati, ma anche per acquisti su successioni e donazioni. Ovviamente per accedere alle agevolazioni sull’acquisto della prima casa rivolte dallo Stato i beneficiari dovranno rispettare alcuni requisiti, anche se per il prossimo anno la misura è stata estesa anche ai possessori di una casa, diversamente da quanto invece stabilito al 2015. Potranno usufruire del bonus prima casa 2017 anche coloro che risultano, al momento dell’acquisto di nuova proprietà immobiliare, già possessori di un’abitazione, ma nel rispetto di precisi vincoli che sono stati stabiliti per legge. Quali sono i bonus prima casa 2017 e quali requisiti e beneficiari delle agevolazioni? Nelle righe che seguono la sintesi delle principali agevolazioni e novità 2017. Bonus prima casa 2017: agevolazioni e beneficiari – Il bonus prima casa 2017 è un’agevolazione rivolta a tutti i cittadini ma nel rispetto di determinati requisiti. Prima di scendere nel dettaglio e analizzare in cosa consiste il bonus prima casa 2017 e cosa prevedono le agevolazioni, vediamo chi sono i beneficiari. Il bonus prima casa 2017 può essere richiesto per gli acquisti di abitazioni che non rientrino nelle categorie catastali A7, A8, A9, ovvero le case di lusso. Pertanto prima di procedere con l’acquisto della casa è opportuno chiedere verifica delle caratteristiche dell’immobile ad esperti, geometri, ingegneri e architetti.

I beneficiari del bonus prima casa 2017 dovranno inoltre rispettare alcuni requisiti, ovvero: – non possedere abitazioni in tutto il territorio nazionale per i quali si è fruito delle agevolazioni, oppure venderle entro 1 anno;  – non essere proprietario di abitazione nello stesso Comune in cui si richiedono le agevolazioni per l’acquisto della prima casa; –  essere residente nel Comune in cui si acquista casa o stabilirvi la residenza in 18 mesi dall’acquisto agevolato, ovvero dimostrare che la propria sede di lavoro è situata nel suddetto Comune; – non essere titolare di diritto d’uso, usufrutto o abitazione di altro immobile nello stesso Comune in cui si richiede l’agevolazione sull’acquisto della prima casa.  Come abbiamo precedentemente ricordato il bonus prima casa 2017 potrà essere utilizzato anche dai contribuenti già in possesso di abitazione ma il vincolo è la vendita dell’immobile precedentemente posseduto entro 18 mesi dal nuovo acquisto.  Ecco tutti i bonus prima casa 2017 di cui i beneficiari dell’agevolazione potranno usufruire. Le agevolazioni fiscali che permettono di acquistare casa usufruendo di sconti su Iva, imposta di registro, Irpef e credito d’imposta sono state e promettono di essere un importante incentivo non soltanto per i cittadini ma anche per le imprese costruttrici.  I bonus prima casa 2017 di cui si può usufruire sono i seguenti e si applicano a diverse condizioni, ovvero: – Riduzione dell’Iva dal 21% al 4%: è rivolto ai contribuenti che acquistano casa direttamente dall’impresa costruttrice, pagando in misura fissa 200 euro per imposta ipotecaria e catastale; – Acquisti per successioni o donazioni: si applicano imposta ipotecaria e catastale in misura fissa, ovvero 200 euro; – Imposta di registro al 2%: per gli acquisti da privati è prevista la riduzione dell’imposta di registro. In base a quanto stabilito, il bonus prima casa 2017 per acquisti da privati permetterà di pagare l’imposta in oggetto sul valore catastale dell’immobile, sulla base del principio prezzo/valore. Imposta catastale e ipotecaria ammontano in questo caso a 50 euro; – Detrazione Irpef 19%: per acquisti da agenzie immobiliari è prevista la detrazione Irpef sull’importo erogato dall’agenzia, nel limite di 1.000 euro; –  Credito d’imposta: il bonus prima casa 2017 per i soggetti che vendono e riacquistano casa entro 12 mesi usufruendo delle agevolazioni prevede la possibilità di sottrarre l’imposta da pagare con quella già pagata per l’acquisto della precedente abitazione. Si ricorda che per usufruire delle agevolazioni previste dal bonus prima casa 2017 è necessario stipulare l’atto d’acquisto presso un notaio.

 

Complementi d’arredo

Tendenze forti del 2017

Quali saranno i complementi d’arredo di tendenza per il 2017? Uno degli argomenti più discussi alla fine di ogni anno, riguarda le tendenze che conquisteranno la moda e l’home decor per l’anno successivo. Da sempre, questi due mondi si incontrano, e ciò che viene portato nelle sfilate di alta moda si traduce, poco dopo, in arredi e complementi per personalizzare la casa. Ma quali saranno le 10 tendenze forti del 2017, da non lasciarsi assolutamente sfuggire? – Una delle tendenze che conquisterà decisamente l’home decor  vedrà come protagonista il marmo. Il raffinato materiale sarà infatti la fonte di ispirazione della nuovissima carta da parati per la casa, che vestirà gli interni con audacia ed estrema eleganza. – Il total white è ormai sorpassato e i colori intensi tornano protagonisti degli interni domestici. Il navy, in particolare, è una delle tonalità più di tendenza. Questa nuance elegante e discreta è facile da inserire in qualsiasi contesto e sarà perfetta per rinnovare una cucina classica o per rinfrescare il salotto in vista della bella stagione. – Una casa, per essere bella, deve anche suscitare una sensazione di calore e di benessere. Ecco allora, che non andranno trascurati accessori, oggetti e tessuti di tendenza, capaci di creare un’atmosfera intima e piacevole in ogni ambiente domestico. – Le piante da interno non dovranno assolutamente mancare nell’arredo della casa. In linea con una filosofia, rivolta sempre più ai temi dell’eco-sostenibilità, le nuove tendenze parlano chiaro. – Gli interni domestici non devono essere solo belli da vedere ma devono soddisfare anche altre esigenze, come uno stile di vita sano e una sensibilità maggiore nei confronti degli altri essere viventi. Ecco allora che per rinnovare casa, non servirà acquistare divani, mobili o cucine ma basterà aggiungere qualche pianta per rinfrescare e riportare il buonumore! – Il rame sarà il protagonista dei complementi e degli oggetti per la casa. Moderno, elegante, prezioso, questo materiale verrà utilizzato per lanterne, portacandele, vassoi, servizi di tazze o di piatti, conferendo alla casa un tocco chic contemporaneo. – A conquistare il settore dei rivestimenti per la casa, le piastrelle effetto legno, che coniugano alla perfezione la bellezza del materiale naturale alla funzionalità della comune piastrella. Disponibile in tantissimi colori, tagli e finte essenze, queste piastrelle saranno perfette per tutti gli ambienti domestici, dal bagno alla camera da letto. – I complementi d’arredo in acrilico conquisteranno gli interni per il 2017. Essenzialità. modernità, trasparenza, questo materiale incarna alla meraviglia queste caratteristiche, personalizzando gli ambienti domestici con un tocco contemporaneo, quasi futuristico. – Per quanto riguarda l’impianto di riscaldamento, la tipologia più apprezzata sarà quella a pavimento, che permette di scaldare gli ambienti domestici in modo più efficace e risparmiando anche molta energia. – Grande ritorno dello stile country chic, che riconquisterà gli interni conferendo alla casa un fascino autentico e un’atmosfera rilassata. Via libera quindi a vecchi strumenti di lavoro, panche di legno, accessori di recupero, perchè saranno fra gli oggetti più di tendenza. – Rinnova la camera da letto, in, acquistando dei comodini moderni. L’ambiente acquisirà un fascino nuovo e cominciare l’anno sarà molto più piacevole.

Design attuale

Le tendenze arredamento 2017 si fanno già strada tra designer, fiere e proposte dei brand: chi è più attento alle novità, chi vuole rinnovare un ambiente o chi si appresta ad arredare casa da zero dovrà senz’altro iniziare a tenerne conto.  Ovviamente per delle tendenze che arrivano ce ne sono altre che cedono loro il posto. Parlando di materiali, a livello globale, il rame perderà importanza in favore di metalli più scuri, di ispirazione industrial, ma anche di legni, vimini e altri materiali naturali e caldi. Le mattonelle bianche e rettangolari, strette e lunghe stile metropolitana parigina, hanno imperversato così tanto in locali pubblici come i bar radical chic e in cucine e bagni da stancare. Passato anche il tempo in cui l’open space era di moda: si preferiscono in generale ambienti con più privacy e meglio definiti nello stile e nella funzione. Tra le tendenze design 2017 sono cinque i temi che si impongono da protagonisti: il ritorno agli Anni 80 rivisitati in chiave contemporanea significa laccati lucidi glossy e tanto colore, l’effetto materico esplora l’uso di materiali nobili con la texture stessa che diventa elemento decorativo su oggetti ma anche in interni d’autore, il tapestry, letteralmente tappezzeria, ruba alle passerelle tessuti damascati e passamanerie mentre il neo-coloniale ridisegna la paglia di Vienna e il vintage continua a sedurre, da vero evergreen del gusto.

2017-01-20T10:53:45+00:00